Thursday, October 27, 2005

ROCKPOLITIK

BENIGNI DA CELENTANO (Dio benedica Roberto Benigni!)
"Valentino Rossi è rock come la platea!!" [ovazione]
"Tutta la settimana che leggo sui giornali un casino, pure all'estero! L'hanno preso sul serio [a Celentano]! Ma dico, le liste di proscrizione... Berlusconi! Dov'è? E'qui?!...no magari ora segna Benigni...FERMO!
Ma quando un comico prende in giro un politico che male c'è?... lo aiuta.
E io stasera Silvio ti voglio aiutare. Sono venuto qui per aiutare Silviuccio!

Perchè non Schifani, Tremonti... no! a noi piaci tu!
Hai fatto smettere di lavorare tre persone per bene... te le vai proprio a cercare...sei proprio pollo!! [diretto a Berlusconi]
Silvio noi è che ti vogliamo bene...FERMO! non scrivere niente!
Ma che conflitto d'interesse...interesse sì...ma conflitto no, lui è tranquillo!

Perchè non smetti di fare politica e non fai il comico? Se vieni qua puoi dirci tutto! Puoi dire a Prodi: 'Mi fai schifo! c'hai un culo enorme, un pisellino così!'

Qua c'è la regola da Celentano, se vuoi venire qua devi dare le dimissioni: Silvio sei ufficialmente invitato.

Hanno dato tutti le dimissioni eccetto Fazio...Fazio ma ti vuoi dimettere??! Vieni qui con la sedia, con la poltrona, ma vieni qua!

Celentano hai fatto arrabbiare Berlusconi...ora devi chiedere scusa...ti sei messo con un piede fuori da S.Vittore.
"[Celentano:]Cosa devo fare?"
"[Benigni:] Devi fare una cosa, dammi retta: scrivi una lettera di scuse riparatoria, te la detto io, la situazione è seria:
[detta] A Silvio Berlusconi, anzi metti, Milano 27 ottobre 2005, anzi no, metti BRUGHERIO! Signor Onorevole Presidente del Consiglio dei Ministri...no leva tutto, lascia Onorevole, anzi no, lascia solo "O". Da non leggersi in Bulgaria, Brugherio, Bulgaria, scrivilo! Da leggersi mentre sei in Marocco che si fa un cannone con Bondi bello tranquillo!
'O' siccome quest'anno ho fatto [Celentano scrive, Benigni detta] una trasmissione dove ho preso in giro il capo del governo, l'anno prossimo a ottobre farò una trasmissione dove prendo in giro il capo dell'opposizione!
No, no, cancella tutto...Benigni ti ama tanto - se no ci mette in carcere con Santoro -, noi ti ammiriamo però nel governo c'è qualcosa che non va...e sei tu caro Silvio.
Brugherio. Tu caro Silviuccio hai fatto tante cose belle per gli italiani come ad esempio:
1)...oh una cosa dobbiamo trovarla, poi magari mettiamo eccetera eccetera...[dopo un minuto in cui Benigni pensa alla cosa buona fatta da Berlusconi:] oh m'è venuto! [chiama Melani] 'Senti dove sei? vedi la Tv?...sai mica cosa ha fatto di buono Berlusconi per gli italiani?...fai fai...Ah! ecco, grazie Gianfranco'[chiude la telefonata] Ha detto che fa un giro di telefonate e domani mattina mi richiama...
Vabbe' metti 'le sai te'... Scusa, noi ti amiamo[detta] tanto, ti mando 24.000 baci e una carezza di un pugno, anzi leva tutto e lascia 'ti do un pugno.
Ora firma, Celentano, Brugerio"

"Celentano:]e chi gliela porta questa" - "Tu, no gliela facciamo portare a Luisa [entra Luisa]-"[Benigni:]ci devi fare una cosa, dovresti consegnare questa lettera al nostro presidente che ama scherzare"
"[Luisa:]Il contenuto?"-"[Benigni:]Niente!"
"[L:]E perchè io?" - "[Benigni:]Perchè a noi ci mette le manette!" - "[L:]Va bene"
____________________
Dopodichè Benigni si spoglia, rimane in canottiera e mutande e fa spogliare Luisa per avere il suo vestito: deve cantare "Siamo la coppia più bella del mondo" con Celentano. Cantano, ballano, alla fine Benigni si riveste e cita Socrate, a quel punto saluta il pubblico che gli dedica un'autentica ovazione, una standing ovation incredibile, infine, alla sua maniera toglie il disturbo. Ma quale disturbo? Dio benedica Roberto Benigni.

kla

5 Comments:

Anonymous kla said...

"GLI UFO ESISTONO", PAROLA DI GOVERNO BRASILIANO

"LETTERA AL DIRETTORE: CONTRO QUELLI CHE SCOPRONO UNA COSPIRAZIONE SOTTO OGNI SASSO, SAPENDO CHE IO SONO IL FONDATORE DELLA COMMISSIONE TRILATERALE, MI DEFINISCONO DI SOLITO COME IL COSPIRATORE-CAPO" -David Rockefeller, New York Times, 25 agosto 1980-

Il 20 maggio scorso l'ufologia brasiliana ha visto realizzarsi un sogno a lungo agognato consegnando alla storia un patrimonio di valore inestimabile. L'Aeronautica Militare Brasiliana (FAB, Fuerza Aerea Brasileira) ha, per la prima volta in assoluto nella storia sudamericana, ricevuto una commissione di esperti composta dai più importanti ufologi brasiliani per discutere apertamente dei numerosissimi avvistamenti registrati nel corso dei decenni nel paese e per consegnare nuovi documenti governativi declassificati e attestanti il coinvolgimento delle autorità militari nello studio della fenomenologia UFO.

Attraverso questo grande passo la FAB ha fatto annoverare il Brasile all'interno di quel ristretto gruppo di paesi in cui le autorità militari riconoscono la veridicità scientifica e fattuale al fenomeno ufologico e giustificano la disciplina denominata "ufologia" come un valido campo di studi teso a comprendere le origini e le eventuali implicazioni del fenomeno.

"Vogliamo che tutte le informazioni a riguardo, che ABBIAMO NEGATO PER DECENNI, vengano completamente divulgate al pubblico attraverso gli ufologi", ha dichiarato il Brigadiere Generale Telles Ribeiro, capo del Centro di Comunicazione dell'Aeronautica Brasiliana.
Una affermazione senza precedenti, soprattutto per l'ammissione di negazione attuata negli decenni, e di sicuro impatto geopolitico per quelle altre potenze mondiali che prima di loro hanno già compiuto il grande passo.

Il Governo Brasiliano, proprio attraverso l'Aeronautica, è stato costretto ad esporsi pubblicamente e a riconoscere la ricerca ufologica come un'attività genuina.
Nella sua eclatante apertura questo contesto impone però una pur sempre legittima cautela dovuta soprattutto alla constatazione di come, nel tempo, le autorità di qualsiasi paese non abbiano mai dato niente per niente. [...]
Il contentino, come qualche scettico ha definito questo evento, è stato dunque dato.

MA SI TRATTA DI UN CONTENTINO DI PROPORZIONI VERAMENTE STORICHE.
La forte pressione pubblica esercitata dalla campagna UFO's: Freedom of Information Now, un movimento avviato dal "Brazilians UFO Magazine" diretta da A.J.Gevaerd nell'aprile 2004, ha nell'arco di neanche un anno portato ad un vero e proprio ribaltamento della politica brasiliana in tema UFO.
[...]Già lo scorso febbraio una telefonata del portavoce dell'Aeronautica Brasiliana, il Maggiore Antonio Lorenzo, ed un invito formalea visitare e discutere presso il quartier generale dell'Aeronautica militare a Brasilia le tematiche in oggetto, costituirono un primo fondamentale momento di dialogo tra due entità storicamente distanti.

Il Maggiore Lorenzo riconobbe pienamente gli sforzi compiuti nei decenni dai ricercatori UFO nel paese e inaspettatamente, fornì alcuni dettagli sulle procedure di classificazione e su alcuni file classificati[...]
Azambuja ha anche fornito dettagli sulle procedure previste al COMDABRA e ha apertamente ammesso come il Brasile abbia sistematicamente localizzato e registrato UFO, etichettandoli con la sigla "H traffic", sin dal 1954.

Ora si apriranno diversi file, alcuni di notevole interesse, altri riguardanti casi sbalorditivi e tutti ci auguriamo che il rapporto sia longevo e duraturo. Il file del 1977 ad esempio si riferisce a diverse dozzine di avvistamewnti UFO avvenuti in Amazzonia, poi v'è la documentazione con tanto di foto e filmati sull'Operazione Prato, poi c'è quella riguardante "La notte ufficiale degli UFO in Brasile" allorquando nel 1986 una serie di 21 oggetti di più di CENTO METRI DI DIAMETRO congestionarono totalmente il sistema di controllo del traffico aereo brasiliano e dove diversi aerei militari vennero fatti alzare in quota nel tentativo di intercettare gli intrusi.

Il momento più importante di questi incontri, afferma Gevaerd, è stato quando i rappresentanti dell'Aeronautica Brasiliana hanno finalmente E DEFINITIVAMENTE AMMESSO LA VERIDICITA'DEL FENOMENO UFO, dichiarando che si tratta di "una questione seria" e su cui viene ampiamente riconosciuta l'attività di ricerca civile.

L'incontro ha anche sancito la prossima costituzione di un comitato di studio, composto sia da autorità civili che da esperti militari, coordinato dal Comitato Ufologi Brasiliano (CBU) per la comprensione del fenomeno UFO.
Lo stesso Presidente Luis Inacio Lula da Silva ha ricevuto, quasi in concomitanza, diverse lettere aperte con la richiesta formale di apertura degli archivi contenenti gli incartamenti su questo fenomeno.
[...]

da UFO NOTIZIARIO di Ottobre, attualmente in edicola
---
kla

3:06 PM  
Anonymous kla said...

"GLI UFO ESISTONO", PAROLA DI GOVERNO BRASILIANO

"LETTERA AL DIRETTORE: CONTRO QUELLI CHE SCOPRONO UNA COSPIRAZIONE SOTTO OGNI SASSO, SAPENDO CHE IO SONO IL FONDATORE DELLA COMMISSIONE TRILATERALE, MI DEFINISCONO DI SOLITO COME IL COSPIRATORE-CAPO" -David Rockefeller, New York Times, 25 agosto 1980-

Il 20 maggio scorso l'ufologia brasiliana ha visto realizzarsi un sogno a lungo agognato consegnando alla storia un patrimonio di valore inestimabile. L'Aeronautica Militare Brasiliana (FAB, Fuerza Aerea Brasileira) ha, per la prima volta in assoluto nella storia sudamericana, ricevuto una commissione di esperti composta dai più importanti ufologi brasiliani per discutere apertamente dei numerosissimi avvistamenti registrati nel corso dei decenni nel paese e per consegnare nuovi documenti governativi declassificati e attestanti il coinvolgimento delle autorità militari nello studio della fenomenologia UFO.

Attraverso questo grande passo la FAB ha fatto annoverare il Brasile all'interno di quel ristretto gruppo di paesi in cui le autorità militari riconoscono la veridicità scientifica e fattuale al fenomeno ufologico e giustificano la disciplina denominata "ufologia" come un valido campo di studi teso a comprendere le origini e le eventuali implicazioni del fenomeno.

"Vogliamo che tutte le informazioni a riguardo, che ABBIAMO NEGATO PER DECENNI, vengano completamente divulgate al pubblico attraverso gli ufologi", ha dichiarato il Brigadiere Generale Telles Ribeiro, capo del Centro di Comunicazione dell'Aeronautica Brasiliana.
Una affermazione senza precedenti, soprattutto per l'ammissione di negazione attuata negli decenni, e di sicuro impatto geopolitico per quelle altre potenze mondiali che prima di loro hanno già compiuto il grande passo.

Il Governo Brasiliano, proprio attraverso l'Aeronautica, è stato costretto ad esporsi pubblicamente e a riconoscere la ricerca ufologica come un'attività genuina.
Nella sua eclatante apertura questo contesto impone però una pur sempre legittima cautela dovuta soprattutto alla constatazione di come, nel tempo, le autorità di qualsiasi paese non abbiano mai dato niente per niente. [...]
Il contentino, come qualche scettico ha definito questo evento, è stato dunque dato.

MA SI TRATTA DI UN CONTENTINO DI PROPORZIONI VERAMENTE STORICHE.
La forte pressione pubblica esercitata dalla campagna UFO's: Freedom of Information Now, un movimento avviato dal "Brazilians UFO Magazine" diretta da A.J.Gevaerd nell'aprile 2004, ha nell'arco di neanche un anno portato ad un vero e proprio ribaltamento della politica brasiliana in tema UFO.
[...]Già lo scorso febbraio una telefonata del portavoce dell'Aeronautica Brasiliana, il Maggiore Antonio Lorenzo, ed un invito formalea visitare e discutere presso il quartier generale dell'Aeronautica militare a Brasilia le tematiche in oggetto, costituirono un primo fondamentale momento di dialogo tra due entità storicamente distanti.

Il Maggiore Lorenzo riconobbe pienamente gli sforzi compiuti nei decenni dai ricercatori UFO nel paese e inaspettatamente, fornì alcuni dettagli sulle procedure di classificazione e su alcuni file classificati[...]
Azambuja ha anche fornito dettagli sulle procedure previste al COMDABRA e ha apertamente ammesso come il Brasile abbia sistematicamente localizzato e registrato UFO, etichettandoli con la sigla "H traffic", sin dal 1954.

Ora si apriranno diversi file, alcuni di notevole interesse, altri riguardanti casi sbalorditivi e tutti ci auguriamo che il rapporto sia longevo e duraturo. Il file del 1977 ad esempio si riferisce a diverse dozzine di avvistamewnti UFO avvenuti in Amazzonia, poi v'è la documentazione con tanto di foto e filmati sull'Operazione Prato, poi c'è quella riguardante "La notte ufficiale degli UFO in Brasile" allorquando nel 1986 una serie di 21 oggetti di più di CENTO METRI DI DIAMETRO congestionarono totalmente il sistema di controllo del traffico aereo brasiliano e dove diversi aerei militari vennero fatti alzare in quota nel tentativo di intercettare gli intrusi.

Il momento più importante di questi incontri, afferma Gevaerd, è stato quando i rappresentanti dell'Aeronautica Brasiliana hanno finalmente E DEFINITIVAMENTE AMMESSO LA VERIDICITA'DEL FENOMENO UFO, dichiarando che si tratta di "una questione seria" e su cui viene ampiamente riconosciuta l'attività di ricerca civile.

L'incontro ha anche sancito la prossima costituzione di un comitato di studio, composto sia da autorità civili che da esperti militari, coordinato dal Comitato Ufologi Brasiliano (CBU) per la comprensione del fenomeno UFO.
Lo stesso Presidente Luis Inacio Lula da Silva ha ricevuto, quasi in concomitanza, diverse lettere aperte con la richiesta formale di apertura degli archivi contenenti gli incartamenti su questo fenomeno.
[...]

da UFO NOTIZIARIO di Ottobre, attualmente in edicola
---
kla

3:06 PM  
Anonymous kla said...

"GLI UFO ESISTONO", PAROLA DI GOVERNO BRASILIANO

"LETTERA AL DIRETTORE: CONTRO QUELLI CHE SCOPRONO UNA COSPIRAZIONE SOTTO OGNI SASSO, SAPENDO CHE IO SONO IL FONDATORE DELLA COMMISSIONE TRILATERALE, MI DEFINISCONO DI SOLITO COME IL COSPIRATORE-CAPO" -David Rockefeller, New York Times, 25 agosto 1980-

Il 20 maggio scorso l'ufologia brasiliana ha visto realizzarsi un sogno a lungo agognato consegnando alla storia un patrimonio di valore inestimabile. L'Aeronautica Militare Brasiliana (FAB, Fuerza Aerea Brasileira) ha, per la prima volta in assoluto nella storia sudamericana, ricevuto una commissione di esperti composta dai più importanti ufologi brasiliani per discutere apertamente dei numerosissimi avvistamenti registrati nel corso dei decenni nel paese e per consegnare nuovi documenti governativi declassificati e attestanti il coinvolgimento delle autorità militari nello studio della fenomenologia UFO.

Attraverso questo grande passo la FAB ha fatto annoverare il Brasile all'interno di quel ristretto gruppo di paesi in cui le autorità militari riconoscono la veridicità scientifica e fattuale al fenomeno ufologico e giustificano la disciplina denominata "ufologia" come un valido campo di studi teso a comprendere le origini e le eventuali implicazioni del fenomeno.

"Vogliamo che tutte le informazioni a riguardo, che ABBIAMO NEGATO PER DECENNI, vengano completamente divulgate al pubblico attraverso gli ufologi", ha dichiarato il Brigadiere Generale Telles Ribeiro, capo del Centro di Comunicazione dell'Aeronautica Brasiliana.
Una affermazione senza precedenti, soprattutto per l'ammissione di negazione attuata negli decenni, e di sicuro impatto geopolitico per quelle altre potenze mondiali che prima di loro hanno già compiuto il grande passo.

Il Governo Brasiliano, proprio attraverso l'Aeronautica, è stato costretto ad esporsi pubblicamente e a riconoscere la ricerca ufologica come un'attività genuina.
Nella sua eclatante apertura questo contesto impone però una pur sempre legittima cautela dovuta soprattutto alla constatazione di come, nel tempo, le autorità di qualsiasi paese non abbiano mai dato niente per niente. [...]
Il contentino, come qualche scettico ha definito questo evento, è stato dunque dato.

MA SI TRATTA DI UN CONTENTINO DI PROPORZIONI VERAMENTE STORICHE.
La forte pressione pubblica esercitata dalla campagna UFO's: Freedom of Information Now, un movimento avviato dal "Brazilians UFO Magazine" diretta da A.J.Gevaerd nell'aprile 2004, ha nell'arco di neanche un anno portato ad un vero e proprio ribaltamento della politica brasiliana in tema UFO.
[...]Già lo scorso febbraio una telefonata del portavoce dell'Aeronautica Brasiliana, il Maggiore Antonio Lorenzo, ed un invito formalea visitare e discutere presso il quartier generale dell'Aeronautica militare a Brasilia le tematiche in oggetto, costituirono un primo fondamentale momento di dialogo tra due entità storicamente distanti.

Il Maggiore Lorenzo riconobbe pienamente gli sforzi compiuti nei decenni dai ricercatori UFO nel paese e inaspettatamente, fornì alcuni dettagli sulle procedure di classificazione e su alcuni file classificati[...]
Azambuja ha anche fornito dettagli sulle procedure previste al COMDABRA e ha apertamente ammesso come il Brasile abbia sistematicamente localizzato e registrato UFO, etichettandoli con la sigla "H traffic", sin dal 1954.

Ora si apriranno diversi file, alcuni di notevole interesse, altri riguardanti casi sbalorditivi e tutti ci auguriamo che il rapporto sia longevo e duraturo. Il file del 1977 ad esempio si riferisce a diverse dozzine di avvistamewnti UFO avvenuti in Amazzonia, poi v'è la documentazione con tanto di foto e filmati sull'Operazione Prato, poi c'è quella riguardante "La notte ufficiale degli UFO in Brasile" allorquando nel 1986 una serie di 21 oggetti di più di CENTO METRI DI DIAMETRO congestionarono totalmente il sistema di controllo del traffico aereo brasiliano e dove diversi aerei militari vennero fatti alzare in quota nel tentativo di intercettare gli intrusi.

Il momento più importante di questi incontri, afferma Gevaerd, è stato quando i rappresentanti dell'Aeronautica Brasiliana hanno finalmente E DEFINITIVAMENTE AMMESSO LA VERIDICITA'DEL FENOMENO UFO, dichiarando che si tratta di "una questione seria" e su cui viene ampiamente riconosciuta l'attività di ricerca civile.

L'incontro ha anche sancito la prossima costituzione di un comitato di studio, composto sia da autorità civili che da esperti militari, coordinato dal Comitato Ufologi Brasiliano (CBU) per la comprensione del fenomeno UFO.
Lo stesso Presidente Luis Inacio Lula da Silva ha ricevuto, quasi in concomitanza, diverse lettere aperte con la richiesta formale di apertura degli archivi contenenti gli incartamenti su questo fenomeno.
[...]

da UFO NOTIZIARIO di Ottobre, attualmente in edicola
---
kla

3:07 PM  
Anonymous kla said...

This comment has been removed by a blog administrator.

3:17 PM  
Anonymous Anonymous said...

Hei, testa di merda... sempre a farti seghe?
Guarda che diventi cieco!

Cresci, coglione, che stai invecchiando senza saper fare un cazzo, oltre al copincolla.

E dai una ripulita al tuo blogghino di merda, forza!

Tuo cugino

3:40 PM  

Post a Comment

<< Home